Negli uomini del nostro tempo si verifica un fenomeno sorprendente: essi aspirano alla meditazione perchè avvertono, qualunque sia la loro ideologia, o la loro fede, che a causa della tensione e della febbrilità della vita moderna, rischiano di perdere la parte migliore e più autentica di se stessi.

STAGE DI MEDITAZIONE A S.ANNA (Oristano) (28 maggio 2006)

Il giorno 28 maggio 2006, si è svolta una gioiosa riunione di tutti i meditanti della Sardegna a S. Anna, una frazione di Oristano.
Erano presenti i meditanti di Cagliari, Oristano e Sassari

Non ci aspettavamo che tanti meditanti arrivassero così numerosi, circa settanta, all'appuntamento.

Alle 10.30, dopo l'esercizio di rilassamento è stato introdotto il tema dello stage: "La meditazione è un dare o un ricevere?"

La domanda non è "provocatoria", ma candidamente fa luce e crea scompiglio sul concetto che i meditanti hanno della meditazione e della sua stessa essenza. Molti meditanti, infatti, cercano di scoprire la meravigliosa essenza di una realtà, quella della meditazione, che sperimentano a lezione, facendo gli esercizi, e danno delle spiegazioni, su quelle che sono delle "scoperte", per loro, sempre più sagge e più profonde, man mano che la loro esperienza procede....

Una volta che sono stati dati gli spunti per agevolare la discussione, i meditanti si sono divisi in sette piccoli gruppi, composti da dieci persone ciascuno, nei quali si sono confrontati con un dialogo gioviale e profondo.

Alle 12.30 Padre Piras ha celebrato l'Eucaristia. "Gesù è il centro di irradiazione della energia, che ci guida e ci spinge a vivere e ad operare bene nella società in cui viviamo" diceva: "non dobbiamo mai sentirci soli, perchè Lui ci guida".

Il pranzo è stato ricco di cibi di tutti i tipi: dal porcetto, alle insalate russe, dai pasticcini, alle fragole.
Non si sono "trattati male" questi meditanti!
La varietà dei cibi è una parafrasi per dipingere la serenità e l'amicizia dei commensali, pur nella varietà dei caratteri.

Alle 16 abbiamo ripreso con la condivisione tutti insieme. Ecco gli spunti più significativi

  • Dare o ricevere? Per "dare" bisogna anche saper "ricevere" e per ricevere bisogna attingere ad una "banca" .... Quale banca? Certamente aiuta l'ascolto di se stessi e anche il prendere i pregi degli altri, scartando i difetti. Si riceve bene coltivando una vita "interiore", grazie alla quale si può dare "bene". La meditazione insegna a saper ricevere "bene" e a saper dare "bene". Il dare e il ricevere si completano a vicenda e ci vogliono necessariamente entrambi.
  • Come coinvolgere i giovani nella Scuola di Meditazione? Non bastano gli esercizi di meditazione in gruppi di 400 persone. I giovani amano sentirsi accolti in piccoli gruppi (trekking, piccole riunioni) e necessitano di essere ascoltati.
  • Quale è il filo che lega i meditanti? E' la consapevolezza di ricercare, in modo profondo, insieme, la spiritualità nel silenzio.
  • Quale importanza ha il "dare" nella meditazione? L'aspetto del dare nella meditazione viene sempre messo in secondo piano, invece è fondamentale, per capire bene e vivere la meditazione. Non bisogna aver "paura" del dare! Dando si scoprono a poco a poco le nostre qualità migliori. Questa "scoperta" e la gioia conseguente sono dei connotati tipici della meditazione (in senso cristiano diciamo che sono una chiamata di Dio alla Sua gioia!). Se percepiamo questa gioia nel dare, allora la nostra vita si trasforma automaticamente, senza che noi nemmeno ci accorgiamo! E' Dio il motore che ci spinge a fare del bene autentico.
  • Noi viviamo in un "deserto" dove c'è bisogno di acqua. Il fare del bene agli altri, coltivando una vita spirituale profonda, porta l'acqua a noi e agli altri.
  • Che cosa ci frena nel dare agli altri? Chiediamoci questo nella meditazione .... Ci toglieremo un grosso peso che ci impedisce di essere felici e di realizzarci.

Alle 17.30 lo stage è terminato. Un caloroso ringraziamento a Dino e Giancarlo che hanno reso possibile, dando generosamente, lo svolgimento di questa giornata. Dare, ricevere: che cosa hanno ricevuto? Il sorriso di settanta meditanti, che porteranno il sorriso nelle loro case .... etc etc .... e la catena continua!!