Negli uomini del nostro tempo si verifica un fenomeno sorprendente: essi aspirano alla meditazione perchè avvertono, qualunque sia la loro ideologia, o la loro fede, che a causa della tensione e della febbrilità della vita moderna, rischiano di perdere la parte migliore e più autentica di se stessi.

STAGE DI MEDITAZIONE CRISTIANA IN LOC "SA FRAIGADA" (BULTEI) - (dal 19 al 26 agosto 2007)

Cosa porteremo via da questo ritiro?

Dopo cena davanti alla casa, era solito arrivare un gruppo di cinghiali, abituati dagli ospiti che ci hanno preceduto a ricevere le bucce delle angurie e dei meloni. Vi erano ben sei cinghialetti che, grugnendo, spavaldi, si avvicinavano a noi come se fossero dei cagnolini per ricevere l'agognato cibo. Venivano velocemente e altrettanto decisamente si allontanavano, quando qualcuno di noi provava a muoversi di scatto. Alcuni di noi fantasticavano: "li potremmo catturare e poi cucinare"! I cinghialetti erano ignari del pericolo che correvano e osavano, rischiando molto. I cinghiali più anziani (erano tre), tra i quali la mamma dei piccoli, si tenevano a debita distanza e si avvicinavano, con grugniti forti e diffidenti, solo dopo che i piccoli avevano già aperto la strada. Rimanevano sempre più distanti e pronti a fuggire.
Porteremo via questa immagine dei cinghiali che indica la virtù della prudenza e della saggezza dei cinghiali anziani che si tengono lontano dal pericolo e quindi dal male. Prudenza e saggezza che aiuterà anche noi a tenere lontano i pericoli che ci allontanano da Gesù.



Cosa abbiamo lasciato nel ritiro?

Immaginando di essere un aeroplano che vuole volare e non vuole continuare a rullare nella pista, abbiamo lasciato quelle parti del motore che, alla revisione (meditazioni durante il ritiro), sono risultate difettose o rotte. Molti si affezionano a queste parti. Con l'aiuto di Gesù, desideriamo abbandonarle davvero e non vogliamo assolutamente portarle più con noi. E' di vitale importanza per noi che il nostro aereo voli!

Anche quest'anno, nel meraviglioso bosco di Sa Fraigada (Bultei), si è svolto dal 19 al 26 agosto il tradizionale ritiro di meditazione cristiana. Venticinque partecipanti provenienti da Cagliari, Sassari, Alghero ed Oristano hanno vissuto insieme, condividendo una esperienza molto intensa, segnata dall'ascolto del Vangelo e dalla meditazione silenziosa.
Il ritiro è stato diretto da Padre Piras, il quale quest'anno, per la prima volta nella storia della Scuola di Meditazione ha inserito nelle meditazioni degli spunti riflessione tratti dagli Esercizi Spirituali di S. Ignazio.

Grande impegno e intensa partecipazione da parte dei meditanti. Non è stato facile coniugare le esigenza della meditazione silenziosa con la vita comunitaria, segnata da appuntamenti e impegni di vario genere.
Una esperienza "forte", poiché il cristiano che si trova a vivere in una società difficile deve essere preparato ad agire su più livelli, individuale e relazionale, meditativo e pragmatico. La meditazione coinvolge tutte le componenti della persona.

Ecco, in sintesi, il resoconto della settimana, fatto sulla base dei principali appuntamenti delle giornate.

Segue >>>>