Negli uomini del nostro tempo si verifica un fenomeno sorprendente: essi aspirano alla meditazione perchè avvertono, qualunque sia la loro ideologia, o la loro fede, che a causa della tensione e della febbrilità della vita moderna, rischiano di perdere la parte migliore e più autentica di se stessi.

STAGE DI MEDITAZIONE CRISTIANA PRESSO IL SANTUARIO SS.MA ANNUNZIATA - BITTI (NU) - (17 agosto - 24 agosto 2016)

Alcune note sui due ritiri che sono stati svolti presso il Santuario della SS.ma Annunziata di Bitti, il primo dal 17 al 21 agosto e il secondo dal 21 al 24 agosto 2016.

Primo ritiro

Abbiamo meditato sul brano del Vangelo di Luca al cap. 1, versetti 26-45, che racconta dell'annuncio fatto dall'arcangelo Gabriele a Maria.

L'angelo si reca da Maria e le porta il lieto annuncio: "Rallegrati piena di grazia, il Signore è con te!"

Questo saluto non è rivolto soltanto a Maria, ma a ciascuno di noi. Siamo invitati a rallegrarci, perché l'annuncio dato a Maria è rivolto personalmente a ciascuno di noi: il Signore è con noi e non ci abbandona mai. Perciò, rallegriamoci!

L'Angelo prosegue: "genererai un bambino". Cosa significa questo per noi? Vuol dire che ciascuno di noi può "generare" Gesù, cioè può compiere scelte e azioni buone che mettono in moto la salvezza, cioè la gioia e la felicità infinita, nostra e delle persone con le quali entriamo in relazione.

Come risponde Maria? "Io desidero quello che Dio desidera per me". Maria non sa come si realizzerà l'annuncio che le ha dato l'angelo, ma ha un atteggiamento di disponibilità, un orientamento nella direzione proposta dall'annuncio. Non si tratta tanto di fare subito delle scelte concrete, ma di essere interiormente disponibili, liberi nel farle. Poi, le buone scelte arriveranno, come risposte, conferme alla nostra disponibilità. Se mi muovo in modo intelligente e consapevole, arrivo dove voglio arrivare: fare felice me stesso e gli altri ("generare Gesù").

Quindi, attenzione alle scelte e alle azioni che compiamo. Le cose che faccio o sono salutari (e mi portano verso la direzione giusta) o sono nocive. Le azioni inutili, anche se non sono cattive in se, di fatto sono nocive, perché mi sottraggono energia. Posso anche svolgere azioni buone, ma se mi sviano dal mio obiettivo, mi fanno perdere tempo e di fatto per me non giovano.

Le azioni utili, richiedono impegno e perseveranza.


Un modo appropriato per meditare sul come mettere ordine nella propria vita e vedere quale è il percorso conveniente da compiere è quello proposto degli Esercizi Spirituali di Sant'Ignazio di Loyola, il fondatore dell'ordine dei gesuiti.
Sia nel primo, che nel secondo ritiro, è stata presentata sommariamente la metodologia degli Esercizi ignaziani, concepiti per mettere ordine nella propria vita e trovare Dio.























Secondo ritiro

L'esercizio è stato quello di scrivere la storia della nostra vita: dalla nascita fino all'attualità. Non tutto, perché, evidentemente, il quaderno (e soprattutto il tempo) non sarebbe bastato, ma almeno gli episodi più significativi, le fasi più importanti.

L'obiettivo è stato quello di trovare quel filo conduttore che ci ha consentito di andare avanti fino ad oggi, di vedere le cose belle che sono accadute nella nostra vita e di comprendere meglio la nostra attuale situazione.

E' importante, ogni tanto, guardare noi stessi nella totalità della nostra storia, perché Dio cammina insieme con noi, non al posto nostro. Ciò significa che, pur essendo accompagnati dal Signore, noi (e non altri) siamo sempre i protagonisti responsabili della nostra vita.

Il martedì mattina, dopo essere andati a vedere l'alba, nella discesa dal monte, ci siamo scelti un compagno/a di viaggio e ci siamo raccontati la nostra esperienza nel servizio alle altre persone. Che cosa ci ha portato l'aiutare gli altri? il volergli bene? E' stato un dialogo bellissimo! Come assorbire il sole nascente nell'alba e trasmetterlo attraverso la nostra piccola luce!





*****

I partecipanti al primo ritiro (riservato a coloro che non avevano mai fatto questa esperienza) sono stati 24. Al secondo ritiro hanno preso parte 17 persone.

Di mattina, rivolti a nord est, la porta del Feng Shui, abbiamo svolto, in silenzio, esercizi di scioglimento della muscolatura e di Chi Kung.

Dopo la colazione, sempre in silenzio, i lavori mattutini (cucina, pulizie, giardinaggio). Poi il pranzo e, dopo il riposo pomeridiano, la meditazione serale.










Grazie a padre Davide per la generosa disponibilità e competenza nel condurci in questi bellissimi ritiri e a tutti i partecipanti per la collaborazione, mentre ciascuno di noi ricercava il fine che si era proposto con la partecipazione a questi ritiri.

Stage170816post1 (144K)