Negli uomini del nostro tempo si verifica un fenomeno sorprendente: essi aspirano alla meditazione perchè avvertono, qualunque sia la loro ideologia, o la loro fede, che a causa della tensione e della febbrilità della vita moderna, rischiano di perdere la parte migliore e più autentica di se stessi.

CAMMINATA DI MEDITAZIONE IN ALGHERO, PARCO DELLE PRIGIONETTE, LOC. PORTO CONTE (16 maggio 2010)

Domenica 16 maggio camminata di meditazione in mezzo alla natura nel parco delle Prigionette, in località Porto Conte (Alghero).

Avevamo consultato le previsioni del tempo: cielo nuvoloso, senza pioggia.

Il cielo era effettivamente nuvoloso, ma carico di un fortissimo vento, talvolta carico di una leggerissima pioggia.

Nonostante ciò 12 temerari si sono "azzardati" a fare la camminata di meditazione, in assoluto silenzio, al ridosso, fra gli alberi del bellissimo parco "Le Prigionette".

Si sono ben coperti, armati di stuoie e di entusiasmo.

La camminata lenta, basata sul ritmo del respiro, e sulla percezione del nostro peso e della stabilità ....

L'ascolto del respiro, collegato con il respiro di tutta la natura ...

La meditazione insieme con l'albero: noi e lui una cosa sola! ....

Il vento, che è sempre stato presente con il suo forte rumore e ci ha accompagnato ...

Una pianta il cui stelo è andato verso l'alto, poi verso il basso e poi ancora verso l'alto ... ognuno ha il suo modo originale di crescere e svilupparsi ...

L'albero, che cresce orientandosi verso la luce ma ha bisogno di tutto ciò che lo circonda per vivere, altrimenti muore ...

Una bellissima condivisione finale, molto profonda, ha dimostrato come noi e la natura che ci circonda siamo profonadamente uniti e ogni volta che entriamo in contatto con essa scopriamo la sua saggezza e insieme qualcosa di noi ...

Dopo la meditazione alcuni di noi si sono fermati per il pranzo, condividendo il cibo e l'amicizia!

Grazie a tutti i partecipanti!